Domus libri

Francesca Peratoni

Come le librerie possono diventare elementi di design protagoniste della casa

Come le librerie possono diventare elementi di design protagoniste della casa

Ben ritrovati amici di Libreriamo. E’ passato un bel po’ di tempo da quando mi avete letto, ma diverse cose sono avvenute. Oggi vorrei riprendere in mano la rubrica per dare il via a una serie di tematiche che non saranno solo relative al design.

Però, essendo il mio lavoro, il primo post del 2018 non può esimersi dal trattare questo argomento.

Quindi oggi vi parlo di come si può dividere lo spazio senza ricorrere a opere murarie.

Mi capita spesso nel mio lavoro di creare stanze o zone nella casa senza costruire tramezzi, ma utilizzando l’arredo. Questa possibilità può essere realizzata attraverso l’uso di librerie.

Il primo esempio che propongo è quello di inserire una libreria per dividere l’ingresso dal resto della casa, utile soprattutto se ci troviamo in un open space.

libreria ingresso

In questo modo si scherma senza però chiudere l’ambiente.

Anche il living può essere suddiviso in modo da differenziarne l’utilizzo. Come ad esempio la zona pranzo dal soggiorno.

libreria soggiorno pranzo

O quest’ultimo dalla cucina.

libreria soggiorno cucina

Se in soggiorno vogliamo realizzare uno spazio più privato, come uno studio, la libreria è sicuramente la scelta più adatta.

libreria soggiorno studio

Bellissima è la soluzione di usare questo arredo in corrispondenza di una scala.

libreria scala

Così si arreda uno spazio che poteva risultare vuoto e si mette in sicurezza la scala in modo scenografico.

La libreria può essere molto utile anche in bagno o in camera da letto.

libreria bagno

libreria camera da letto

Non c’è limite alla fantasia e, come potete vedere, le soluzioni sono tutte a portata di libri.

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Francesca Peratoni

Architetto, designer, mamma di due splendide bimbe, creatrice di ArchitettaMi (www.architettami.com), blogger (non per forza in quest’ordine) e poi a fine giornata distrutta. Ho iniziato con le ristrutturazioni collaborando con importanti studi di architettura e successivamente sono passata agli interni, dalla esperienza con Damiani è nata la progettazione degli arredi, ho creato ArchitettaMi, il blog, e tutta la rete intorno. I libri mi hanno sempre circondata, a casa mia quando aprivo un mobile invece di trovare un piatto o un bicchiere, ci trovavo pile di libri. Attraverso questo blog vi porterò nel mondo di chi non solo li legge, ma deve trovargli una collocazione fisica. E vi dimostrerò che non solo le librerie, ma ogni angolo della casa è fatto a misura di libro.

Utenti online