Domus libri

Francesca Peratoni

Perchè Domus Libri

26032014164428_sm_6956

Quando mi è stato proposto di collaborare con Libreriamo e di tenere una rubrica su “arredare con i libri”, è stato come ritornare indietro nel tempo.

Nei ricordi di bambina la mia casa in ogni angolo nascondeva un libro. Cercavo un piatto, un bicchiere? In mano mi arrivava un libro. Aprivo un cassetto? Libri! Cercavo delle scarpe della passata stagione? Mi cadevano addosso pile di libri. Per non parlare di quando mi si diceva di cercare qualcosa nel ripostiglio, non ci provavo neanche, tanto sapevo cosa avrei trovato.

Chi l’avrebbe mai detto che un giorno il mio lavoro sarebbe stato anche quello di trovare una collocazione fisica a questo mondo fatto di carta. Si, perchè quando ristrutturo una casa devo sapere quanto è grande la biblioteca della famiglia, quali sono le zone dove si ama leggere e come si usano i libri.

“I libri si trovano sugli scaffali delle librerie, si leggono e poi cos’altro?” mi chiederete voi.
No, la risposta non è così scontata. E ve lo dimostrerò.

“Ma adesso i libri si leggono su gli e-book”. Non è del tutto vero, l’amore per i libri di carta non è ancora passato e penso non passerà mai.

Facciamo un esempio: al vostro bambino cosa comprate un e-book o un libro?
Penso, o almeno spero, che la risposta sia scontata. Il bambino, rispetto ad un adulto, ha un rapporto con il libro a tutto tondo. E vi rispondo così a quanto detto prima su come si usano i libri. Gusta ogni pagina sfogliata, perchè questo gesto gli sembra qualcosa di magico; lo mangia, perchè vuole sentirne il sapore; lo scarabocchia, perchè vuole inserirsi nella storia (come faremo da adulti quando, durante lo studio, aggiungeremo i nostri appunti o sottolineature); lo utilizza come un’arma, perchè sa che le parole possono far male; ci si siede sopra, perchè capisce che sono le giuste basi per la sua crescita; ci sale in piendi, perchè vuole vedere oltre.

Anche noi adulti utilizziamo i libri in modi analoghi / diversi e gli esempi che vedremo insieme spazieranno dalla libreria classica all’utilizzo più stravagante e mai immaginato. Scopriremo che non c’è solo un luogo per i libri, ma qualsiasi posto può essere la casa per una nuova storia.

Ecco perchè Domus Libri.

Francesca Peratoni

27 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags
Commenti

Francesca Peratoni

Architetto, designer, mamma di due splendide bimbe, creatrice di ArchitettaMi (www.architettami.com), blogger (non per forza in quest’ordine) e poi a fine giornata distrutta. Ho iniziato con le ristrutturazioni collaborando con importanti studi di architettura e successivamente sono passata agli interni, dalla esperienza con Damiani è nata la progettazione degli arredi, ho creato ArchitettaMi, il blog, e tutta la rete intorno. I libri mi hanno sempre circondata, a casa mia quando aprivo un mobile invece di trovare un piatto o un bicchiere, ci trovavo pile di libri. Attraverso questo blog vi porterò nel mondo di chi non solo li legge, ma deve trovargli una collocazione fisica. E vi dimostrerò che non solo le librerie, ma ogni angolo della casa è fatto a misura di libro.

Utenti online