Domus libri

Francesca Peratoni

Rong Bao Zhai Coffee Bookstore a Pechino, la libreria che attrae i lettori in maniera non convenzionale

Rong Bao Zhai Coffee Bookstore a Pechino, la libreria che attrae i lettori in maniera non convenzionale

Il “Rong Bao Zhai Coffee Bookstore” di Pechino, ristrutturata ad opera di Archstudio, è l’esempio di come stanno cambiando le librerie ai tempi d’oggi. I lettori sono in calo e di conseguenza anche la vendita di libri sta diventando difficoltosa. Il progetto nasce proprio dall’esigenza di attrarre i lettori in maniera non convenzionale. Il vecchio stereotipo in cui la libreria era solamente un luogo per vendere libri viene superato dal Cofee Bookstore, dove si viene non solo per comprare, ma anche per leggere in compagnia di un buon caffè. Lo spazio ha al piano terra un cuore centrale che è proprio la caffetteria, mentre al piano superiore il cuore è racchiuso in una sala riunioni.

 

Rong Bao Zhai Coffee Bookstore

 

Questa si trova all’interno di una scatola vetrata dove i vetri possono modulare la loro trasparenza in modo da gestirne l’utilizzo.

 

Rong Bao Zhai Coffee Bookstore

Rong Bao Zhai Coffee Bookstore

 

Gli elementi in ferro sono costituiti da moduli che ospitano scaffali o sistemi di illuminazione o contenitori per le piante. Queste servono non solo per rendere l’ambiente visivamente più piacevole, ma contribuiscono a regolare il microclima interno.

 

Rong Bao Zhai Coffee Bookstore

 

Rong Bao Zhai Coffee Bookstore_5

 

Rong Bao Zhai Coffee Bookstore_6

 

Rong Bao Zhai Coffee Bookstore_7

 

Visto i tempi frenetici in cui viaviamo la libreria è un elegio alla lentezza e uno stimolo a riprenderci il nostro tempo.

 

Le foto sono tratte da Archdaily.

© Riproduzione Riservata
Tags

Francesca Peratoni

Architetto, designer, mamma di due splendide bimbe, creatrice di ArchitettaMi (www.architettami.com), blogger (non per forza in quest’ordine) e poi a fine giornata distrutta. Ho iniziato con le ristrutturazioni collaborando con importanti studi di architettura e successivamente sono passata agli interni, dalla esperienza con Damiani è nata la progettazione degli arredi, ho creato ArchitettaMi, il blog, e tutta la rete intorno. I libri mi hanno sempre circondata, a casa mia quando aprivo un mobile invece di trovare un piatto o un bicchiere, ci trovavo pile di libri. Attraverso questo blog vi porterò nel mondo di chi non solo li legge, ma deve trovargli una collocazione fisica. E vi dimostrerò che non solo le librerie, ma ogni angolo della casa è fatto a misura di libro.

Utenti online